Cosa aspettarsi dopo una laminectomia lombare

September 9

Cosa aspettarsi dopo una laminectomia lombare


Un laminectomia lombare è la chirurgia della schiena per rimuovere un piccolo pezzo di osso (detta lamina) al fine di alleviare la pressione che provoca dolore o altri sintomi. Il medico può fornire specifiche su cosa aspettarsi dopo l'intervento, e le linee guida generali può aiutare a sapere cosa aspettarsi, anche.

Ospedale Rimani

il sito web di Langone Medical Center riferisce che la degenza in ospedale usuale per un laminectomia minimamente invasiva senza complicazioni è uno a tre giorni. Per il primo giorno o giù di lì dopo l'intervento chirurgico, si richiede l'assistenza di camminare. Mentre in ospedale, potrebbe essere necessario indossare un tutore per il supporto o di indossare calze speciali o stivali per aiutare a prevenire la formazione di coaguli di sangue.

A casa

Quando si torna a casa, è importante mantenere l'incisione da un intervento chirurgico pulita e asciutta. Inoltre, esercitare le gambe, mentre a letto per ridurre il rischio di coaguli di sangue. Non sollevare oggetti pesanti fino a quando il medico ti dà l'OK.

Terapia fisica

Potrai lavorare con un fisioterapista a muoversi lentamente dal camminare ad altre attività a basso impatto e per esercizi per rafforzare la schiena e migliorare la sua mobilità.

Ritorno al lavoro

Il medico rimuovere i punti di sutura o graffette circa due settimane dopo l'intervento chirurgico. Secondo il sito web del Comprehensive Spine Institute del Colorado, di solito si può tornare a un lavoro sedentario entro due settimane dopo una laminectomia. Se si ha avuto un intervento chirurgico complicato o avere un lavoro più attivo, tuttavia, può essere fino a due o tre mesi prima di poter tornare al lavoro.

Attenzione

Langone Medical Center avverte di chiamare immediatamente il medico se si hanno segni di infezione, nausea o vomito, dolore non controllata con i farmaci il medico ti ha dato, dolore al petto, difficoltà a urinare o di avere un movimento intestinale, nuovo intorpidimento o debolezza nei fianchi, inguine o gambe o dolori articolari, stanchezza, rigidità, rash o altri sintomi nuovi.